venerdì, marzo 22, 2019
Spettacolo & Cultura

Perché si festeggia l’8 marzo?

Festa della donna

Come di consueto, il prossimo 8 marzo sarà la Festa della Donna. La ricorrenza si pone l’obiettivo di celebrare i traguardi conquistati dal gentil sesso in tema di diritti, rispetto e dignità affinché il suo ruolo possa essere sempre più influente nella società.

Le origini dell’8 marzo

La data dell’8 marzo scelta per quella che più precisamente è definita “Giornata Internazionale della donna” ha radici che risalgono all’inizio dello secolo scorso. Tutto parte da una leggenda, poi sconfessata, secondo cui venne deciso l’8 marzo per commemorare le tante donne rimaste uccise da un incendio in una fabbrica di camicie a New York.

Evento infausto che accadde lo stesso giorno e lo stesso mese del 1908. La Festa della Donna, inizialmente, venne comunque celebrata in momenti diversi dai vari Stati.

Ad esempio negli Stati Uniti era festeggiata l’ultima domenica di febbraio mentre in Svizzera, Danimarca e Austria la Giornata Internazionale della Donna fu istituita per la prima volta il 19 marzo del 1911.

L’ufficialità della Festa della Donna nel mondo

Successivamente, dopo un periodo di sospensione a causa del primo conflitto mondiale, la Festa riprese quota dopo l’imponente manifestazione femminile dell’8 marzo 1917 a San Pietroburgo.

In questa occasione le tante donne presenti chiedevano a gran voce la fine della guerra e diedero la spinta propulsiva per l’inizio di quella che in seguito divenne la Rivoluzione Russa di febbraio, causa della fine del regime zarista. La prima importante ufficialità internazionale si ebbe definitivamente il 14 giugno di quello stesso anno.

A Mosca si svolse la Seconda Conferenza Internazionale delle donne comuniste che stabilì di fissare la “Giornata Internazionale dellOperaia” esattamente l’8 marzo. In Italia, invece, la Giornata della Donna iniziò a festeggiarsi nel 1922 voluta dal Partito Comunista, per poi diventare ufficiale nel 1946 accostando il simbolismo della mimosa.

La seconda e definitiva istituzionalizzazione a livello internazionale le fu attribuita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1977. L’organo dell’Onu stabilì, infatti, nell’8 marzo la data annuale della giornata riservata ai diritti della donna.