martedì, luglio 16, 2019
VacanzeViaggi

Cosa visitare in Abruzzo?

visita in Abruzzo

Dalla natura selvaggia e incontaminata della montagna al senso di immensità del mare. L’Abruzzo è una delle regioni italiane in cui si può godere di entrambi i piaceri a portata di mano, essendo anche raggiungibile da Roma in circa due ore di viaggio in macchina.

Panorami mozzafiato dall’Abruzzo

Tra le variegate attrattività dell’Abruzzo c’è innanzitutto Rocca Calascio, una fortificazione medievale a 1464 metri di altezza nell’omonimo Comune immerso nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Caratterizzata da una bellissima pietra bianca è stata scelta come ambientazione di celebri film come “Il nome della rosa” con Sean Connery e “Lady Hawke” con Michelle Pfeiffer. Panorama da urlo raggiungibile attraverso piccole e strette viuzze, da Rocca Calascio è visibile anche la chiesa di Santa Maria della Pietà.

E, a proposito di luoghi di culto, un’altra importante meta dell’Abruzzo è la Basilica di Santa Maria di Collemaggio all’Aquila. Edificata per volere di papa Celestino V verso la fine del Duecento, la chiesa dona una sensazione di maestosità ed è arricchita da un bellissimo rosone. Anche l’Eremo di San Bartolomeo in Legio nel Comune di Roccamorice è stupendo in quanto si presenta scavato nella roccia.

Bellezze da 10 e lode sono anche le Grotte di Stiffe, che si sono formate circa 600mila anni fa nel Comune di San Demetrio ne’ Vestini. Stalattiti e stalagmiti, laghi neri, giochi di luci e ombre e fuoriosi corsi d’acqua le rendono uniche.

Natura incontaminata e archeologia

E che dire poi del Lago di Scanno nell’Alta Valle del Sagittario, che sorge nella natura incontaminata sotto montagne di pini sovrastando un lago blu. I suoi vicoli caratteristici sono abbelliti da botteghe di artigiani in cui campeggia soprattutto la “presentosa”, un gioiello abruzzese famosissimo in zona.

Da assaggiare assolutamente, qui, è il cosiddetto dolce tipico “pan dell’orso”. Andando in Abruzzo non si può, poi, mancare di fare una visita al Castello Piccolomini e alle Gole di Celano. All’interno del Castello si ha la sensazione di essere entrati nella macchina del tempo tornando in epoca medievale.

Le Gole, invece, rappresentano un canyon molto importante dell’Italia con la sua valle profonda e le pareti altissime. Per chi è un amante dei siti archeologici la tappa principale è l’antica città romana Alba Fucens, situata ai piedi del Monte Velino e custodita da una cinta muraria di circa tre chilometri.

Da vivere qui il foro, il macellum, le terme, l’anfiteatro e lo spettacolo del Monte Velino griffato dal tipico rosa del sole al tramonto.

Leggi anche Visitare la Sicilia.

La bellezza e la suggestione del mare Adriatico

Mozzafiato è anche la Fortezza di Civitella del Tronto, opera ingegneristica militare, tra le più imponenti d’Europa, grazie ad una estensione di 25000 metri quadri. Qui non si può mancare all’appuntamento con la via più stretta d’Italia, la “ruetta”, il Nact – Museo Delle Arti Creative Tessili e il gusto del Montepulciano d’Abruzzo e delle ferratelle.

Di grande attrazione è la Riserva Naturale Regionale dei Calanchi di Atri. Un oasi del WWF grande 380 ettari di terreno resa inimitabile dalle formazioni geologiche dei calanchi, perfetti per escursioni e trekking ammirando la ricca e variegata flora e fauna. Ma l’Abruzzo non è solo montagna o collina.

28Come accennato è anche tanto mare con la sua suggestiva e frastagliata cosa adriatica, particolarmente attraente soprattutto nell’area della provincia di Chieti. Qui ci sono le spiagge sassose della Costa dei Trabocchi, contrassegnata dalle grandi palafitte da pesca e da importanti riserve naturali come Punta Aderci e Puntapenna.

Leggi anche Visitare la Calabria.