lunedì, maggio 20, 2019
Spettacolo & Cultura

Capodanno cinese 2019: cosa è?

Capodanno cinese 2019

Il Capodanno cinese è una ricorrenza festeggiata da tantissime persone in tutto il mondo senza, però, avere una data fissa, a differenza del nostro Capodanno.

Il Capodanno cinese e la sua data mutevole

Se, infatti, la festività di casa nostra cade sempre il primo giorno dell’anno, la data del Capodanno cinese (detta anche Festa di Primavera o Capodanno lunare) può cambiare anche di un mese, e cioè dal 21 gennaio al 19 febbraio.

Quest’anno è stata festeggiata il 5 febbraio aprendo l’anno del maiale e rappresenta la principale festa del popolo cinese, che nell’occasione dispone di un’intera settimana di vacanza. Ma non solo in Cina perché il Capodanno cinese viene anche celebrato in

  • Corea
  • Mongolia
  • Singapore
  • Malesia
  • Nepal
  • Bhutan
  • Vietnam
  • Giappone
  • altri Stati dell’Estremo Oriente.

La considerevole variazione temporale del Capodanno cinese dipende dal fatto che il calendario cinese è strutturato sulla base delle fasi lunari. Per questa ragione la festa in oggetto coincide con la seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno e, quindi, sulla base del calendario gregoriano, la data deve cadere tra il 21 gennaio e il 19 febbraio.

La leggenda del Capodanno cinese

Il Capodanno cinese nasce da una leggenda: quella del mostro Nian che, una volta l’anno in epoche lontanissime, andava a caccia di esseri umani e soprattutto di bambini ma aveva due punti deboli: il rosso e i forti rumori.

Il colore rosso, infatti, è quello del Capodanno cinese e questa festa viene vissuta per due settimane con attività per l’appunto fragorose come musica, canti, balli e fuochi d’artificio fino all’emozionante momento finale: la Festa delle Lanterne. In famiglia, invece, i festeggiamenti iniziano dalla vigilia con le pulizie di casa pregando il Buddha e cenando con i parenti più vicini regalandosi buste rosse con denaro e oggetti.