venerdì, dicembre 14, 2018
AltroAutoMotori

Telepass: cosa è e quanto costa?

Telepass: costi e modalità attivazione

Niente file ai caselli: il Telepass è il lascia passare per l’ingresso è l’uscita in autostrada, purtroppo non sempre economico.

Telepass: cosa è?

Il Telepass è un sistema studiato e realizzato per effettuare automaticamente il pagamento del pedaggio autostradale. Nasce nel lontano 1989; ad oggi è presente in tutti i caselli autostradali in Italia.

Ma cos’è realmente? E’ una piccola scatolina di solito di colore grigio, chiamata trasponder, che comunica con il casello autostradale. Appena l’auto passa dalla corsia riservata ai possessori di questo apparecchio, un impianto ottico riconosce la vettura e manda il segnale al trasponder. Questo a suo volta risponde al segnale e la sbarra posizionata all’ingresso del casello si alza automaticamente, viene registrato il passaggio della macchina ed accreditato il costo del pedaggio sul conto corrente dell’intestatario del telepass.

Con gli anni il servizio si è evoluto e ad oggi è possibile utilizzarlo anche per pagare parcheggi, traghetti e molti altri servizi abbinati.

Quanto può costare questo servizio?

Il Telepass ha dei costi fissi che sono di 1,26 al mese, con pagamento fattura ogni tre mesi. A questi vanno aggiunti il costo di pedaggi autostradali, parcheggi, traghetti e Area C di Milano. L’opzione Telepass strisce blu da 1,26 al mese permette di parcheggiare all’interno delle aree di parcheggio delimitate dalle strisce blu in qualsiasi città.

Inoltre, esiste l’opzione Telepass pay che al costo di 2,50 al mese, 7,50 ogni tre mesi; consente la sosta all’interno di strisce blu, pagamento di taxi e carburante attraverso l’uso dell’apposita app. L’opzione Premiun inoltre offre assistenza stradale h24 e sconti per ristoranti e noleggio auto. Tutte e quattro le opzioni sono abbinabili tra loro a seconda delle esigenze.

Come fare per avere il telepass? Per aderire al servizio Telepass è necessario andare sul sito dedicato, compilare il form con tutti i dati richiesti, aggiuntivi di codice iban per l’addebito diretto dei pedaggi autostradali. Oppure basterà recarsi in un qualsiasi Punto Blu, o ancora presso qualsiasi ufficio postale o istituto bancario convenzionato.