venerdì, dicembre 14, 2018
Economia

Cosa è l’assegno circolare?

Cosa è l'assegno circolare?

Quali sono le caratteristiche principali di un assegno circolare? Quando posso riscuotere il credito? E gli assegni circolari postali come funzionano? Di seguito troverai le risposte ai tuoi dubbi.

Cosa è l’assegno circolare?

L’assegno circolare, come ogni altro tipo di assegno, rappresenta un titolo di credito, ovvero una promessa di pagamento con una scadenza determinata.

La domanda che ci poniamo subito è: qual è la differenza tra un assegno normale e un assegno bancario? Innanzitutto l’assegno circolare, al di sopra della somma di mille euro, non può essere trasferito, ovvero non può essere girato ad un altro soggetto diverso dall’intestatario dell’assegno. Seconda regola, l’assegno viene rilasciato dalla banca solo se sul conto del richiedente è presente la somma da apporre sull’assegno. Inoltre se non si possiede un conto corrente presso la banca a cui intendiamo rivolgerci, non c’è nessun problema. Infatti possiamo pagare in contanti la cifra di nostro interesse e incaricare lo stesso istituto bancario ad emettere un assegno circolare. Molto comodo, no?

Altra caratteristica tipica: l’assegno circolare ha una scadenza determinata. Quanti giorni devo aspettare prima di incassare l’assegno? Il tempo utile per incassare un assegno circolare è di otto giorni dalla data di emissione del titolo. Servono 15 giorni, invece, se il soggetto che deve incassare l’assegno risiede al di fuori del comune della banca. Maggiore sicurezza quindi, ma con tempi di attesa un pò più lunghi rispetto agli assegni ordinari.

Assegno circolare bancario e postale

Qual è la validità dell’assegno circolare? Superato un certo limite non avrà più valore? La risposta sarà sarà no. L’assegno circolare non ha una un vera e propria data di scadenza, ma se superiamo i giorni di incasso determinati, il titolo può essere revocato dalla banca; quindi  è opportuno non andare oltre i tempi sopra descritti.

L’assegno circolare postale, invece, è molto simile all’assegno circolare bancario specialmente per quanto riguarda le modalità di richiesta di emissione, valuta e garanzie. L’unica differenza sostanziale sta nel tempo di attesa per la riscossione del credito. Se per le banche i tempi sono di 8/15 giorni, per gli assegni postali i pagamenti avvengo a vista. Basta solamente presentare l’assegno circolare postale presso lo sportello e il gioco è fatto.

Scegliere l’assegno bancario o l’assegno bancario postale, rappresenta un’ottima alternativa ai tradizionali assegni almeno per quanto riguarda le garanzie sui pagamenti.