sabato, dicembre 15, 2018
Altro

Novità pensioni 2018, quali sono?

novita pensioni 2018

Ancora dubbi a Palazzo Chigi in merito alle novità pensioni 2018. Si va verso quota 100? L’intenzione del governo è quella di garantire un turn over ed un ricambio generazionale mandando in pensione prima del tempo gli aventi diritto.

Le Novità pensioni 2018, quali sono?

Il nuovo governo a guida Conte è già da tempo impegnato sul fronte della riforma pensionistica. Il fine ultimo che riguarda le novità pensioni 2018 vede il premier e la sua squadra all’opera. Loro stanno tentando di attuare è quello di favorire un rapido turn over e di dare la possibilità ai giovani italiani di trovare lavoro nella propria terra.

Ed è proprio in questa direzione che si muove il decreto relativo al pensionamento anticipato, che si preannuncia come uno dei temi caldi degli ultimi mesi del 2018. L’idea è quella di fare in modo che la cosiddetta quota 100 vada finalmente in porto. Si tratta sostanzialmente di una misura finalizzata ad anticipare l’età pensionabile. E ad eliminare, una volta per tutte, l’obbligo di raggiungimento dei 67 anni, soglia prevista dalla normativa vigente.

Chi vuole i cambiamenti?

A volerlo più di tutti è la Lega, con in testa il vicepremier Matteo Salvini. Per quanto il decreto possa sembrare vantaggioso sulla carta implica purtroppo non pochi problemi. Primo fra tutti i costi. Qualora la misura della quota 100 dovesse effettivamente andare in porto è logico che a risentirne sarebbero soprattutto gli Istituti di previdenza nazionali. Sarebbero costretti a far fronte ad un numero di pensionati maggiore rispetto a quello preventivato.

Problema al quale tuttavia il governo sta pensando di ovviare introducendo una piccola misura correttiva. Applicare una piccola penalità sull’assegno da destinare a chi potrà godere anticipatamente della tanto auspicata pensione. Penalizzazione che in ogni caso sarebbe eliminata nel momento in cui l’individuo compie 67 anni. Ragion per cui si tratterebbe, eventualmente, di un sacrificio temporaneo e ampiamente compensato da qualche anno di riposo in più. C’è chi è d’accordo e c’è chi invece rema contro reputando la quota 100 una misura impensabile ed inutilmente dispendiosa. Nelle novità pensioni 2018 bisognerà trovare una soluzione che metta tutti d’accordo su un tema così delicato sarebbe d’altro canto impossibile.