sabato, dicembre 15, 2018
AssicurazioniEconomia

Depositi a basso interesse, le alternative

Depositi a basso interesse

Come investire il proprio denaro in maniera proficua. Ecco alcune valide alternative ai depositi a basso interesse, per effettuare così un investimento migliore.

Alternative ai depositi a basso interesse

Fino a qualche anno fa il risparmiatore aveva molte più possibilità nel guadagnare con il conto deposito grazie ad un interesse del 5% o addirittura del 10% per i Titoli di Stato. Oggi questi tassi succulenti si sono trasformati in rendimenti risicati tanto che spesso si valutano altri modi per investire il proprio denaro. Adesso l’interesse maturato è dell’1,5%. E su 100 euro di guadagno la banca ne toglie 28 per le spese di gestione. Una 13valida alternativa è quella sui classici buoni del tesoro. Sono emessi dallo Stato e che hanno durata da pochi mesi a 10 anni. Possono essere riscossi solo dopo un tot periodo di tempo.

Un altro strumento di risparmio è quello dei depositi vincolati. Sono molto simili ai classici conto deposito. Unica eccezione il fatto che prevedono di lasciare il denaro sul conto per alcuni anni in cambio di un interesse maggiore. Un’altra valida alternativa è quella dei buoni fruttiferi postali. Tuttavia, non ci sono sostanziali differenze con il deposito. Quindi il margine di guadagno sarebbe minimo.

Altre alternative

Tra le alternative ai depositi a basso interesse vanno di gran moda le compagnie assicurative, nate a decine negli ultimi anni. Hanno lo scopo di assicurare contro incidenti, malattie, fondo pensione o sulla vita. In questo caso bisogna stare molto attenti al contratto che si va a sottoscrivere poiché si tratta sempre di un capitale di rischio. Infatti, a volte si potrebbe perdere in parte o tutto quanto investito. In alcuni casi vi sono promesse di interessi molto alti e occorre diffidare qua ndo questi superano il 10%. In molti casi la gestione di questi fondi è proficua soprattutto per i gestori. Prima di sottoscrivere un contratto è necessario visionare tutti i pro e i contro. E farsi dare una mano da un esperto del settore che può consigliare in maniera migliore ed esaustiva. Purtroppo con il libero mercato aumentano le possibilità di investimento ma anche quelle di essere truffati. Inoltre molte compagnie hanno dei rendimenti teorici incerti che spesso è difficile calcolare.