venerdì, agosto 17, 2018
Sport

Giro d’Italia: pillole curiose che non tutti conoscono

Giro d'Italia

Come ogni anno, il Giro d’Italia prende il via per il piacere degli appassionati della bicicletta. L’evento è ricco di aneddoti e curiosità che non tutti sanno. Eccone un elenco.

1. Il primo Giro: L’idea di organizzare il Giro d’Italia venne al proprietario della Gazzetta dello Sport e la prima edizione si corse nel 1909. Il 13 maggio alle 2 e 35 del mattino, 127 ciclisti partirono da Piazzale Loreto a Milano per effettuare il giro, che fu vinto da un muratore, Luigi Ganna. A seguito della corsa c’erano solamente tre vetture: una Itala per i giornalisti, una Bianchi per le case ciclistiche e una Züst per la giuria.
Chi voleva vedere gli arrivi delle tappe, poteva rivolgersi all’allora famosa agenzia di viaggi Thomas Cook che organizzava le trasferte per il pubblico.

2. Ciclisti e fughe celebri: Volete conoscere chi fu il ciclista che indossò più di tutti la maglia rosa? Fu il belga Eddy Merckx (il suo soprannome era ‘il cannibale’) che indossò la rosa per 78 giorni detenendo ancor oggi questo primato. Binda con 59 giorni e Moser con 57 giorni sono i ciclisti subito dopo il grande Merckx.

3. La fuga più lunga che risultò vincente avvenne nel maggio del 1913 sulla tappa Campobasso-Ascoli Piceno che fu condotta da Clemente Canepari che fu interprete di un assolo di 238 chilometri.

4. La tappa più lunga di tutti i giri fu corsa nel 1914: Lucca-Roma di 430 chilometri e vide la fuga di Bordin che durò da solo per 350 chilometri prima di essere ripreso da Girardengo che finse la tappa.

5. Non tutti sanno che ci fu una sola donna che partecipò al Giro d’Italia ed era emiliana. Si chiamava Alfonsina Strada e partecipò nell’edizione del 1924 concludendo ben dodici tappe.
Nel 1926 partecipò a quell’edizione anche un calciatore professionista, Giuseppe Ticozzelli, che era un difensore del Casale ma fu costretto al ritiro a causa di un incidente del quale fu vittima.

6. L’immenso Fausto Coppi fu il più giovane vincitore del Giro d’Italia. Nell’edizione del 1940 il giovane Fausto aveva 20 anni e 268 giorni.

7. Il più anziano a correre il Giro, invece, fu Giovanni Gerbi che nell’edizione del 1911 aveva compiuto 47 anni. Denominato il diavolo rosso, fu un precursore del ciclismo italiano vincendo varie competizioni nel 1903, 1905, 1906 e 1907.

8. Mario Cipollini ha vinto ben 42 tappe e risulta il primatista di questa speciale classifica. Dopo di lui, con una vittoria in meno si trova Alfredo Binda.

9. L’habitué del Giro d’Italia è Wladimiro Panizza che ha corso in ben 18 edizioni.

10. Il giro più lungo fu corso nel 1954 con un itinerario vero di 4.337 chilometri.