domenica, ottobre 20, 2019
Auto

Nuova Polo con rilevatore di stanchezza

nuova polo con rilevatore di stanchezza

Colpi di sonno, stress e calo della soglia di attenzione non sono più un grave problema, almeno per chi sceglie di acquistare la Nuova Polo con rilevatore di stanchezza. Grazie al dispositivo che la tecnologica casa automobilistica tedesca Volkswagen ha ideato, chi si mette alla guida ha un alleato in più in caso di difficoltà o improvviso calo di prontezza al volante.

I sensori possono infatti intervenire, quando – superati i 65 chilometri all’ora – si modificano i consueti comportamenti di guida, gli stessi che il sistema di bordo riesce ad interpretare come segnale di potenziale pericolo, confrontandoli con quelli che normalmente registra invece come standard.

Registrando oltre quel limite di velocità una guida differente da quella iniziale e verificando il tutto con l’ausilio alcuni parametri sulla velocità e sulla risposta del conducente, il rilevatore di stanchezza si allerta e segnala – sia con un dispositivo acustico che visivo – la necessità di arrestare il veicolo e fare una sosta riposante piuttosto che procedere in tali particolari condizioni fisiche.

Controllando la nostra guida, insomma, la Nuova Polo diventa coscienziosa e prudente, certamente in alcuni casi più del suo passeggero.

La speciale dotazione con rilevatore di stanchezza (detta anche Fatigue Detection) è prevista di serie sulla Nuova Polo (al prezzo base di 10.900 euro) ed è considerata la nuova dotazione di sicurezza più gradita dal pubblico, dopo i sensori di parcheggio, il sistema di controllo di stabilità o di frenata assistita che sono entrate già a pieno titolo nella rosa di dotazioni di sicurezza ricercate dai clienti.

 

[foto: Motorage.it]